L’Esigenza dell’Accumulo in Tommaso Maurizio Vitale

"The death of the phone cards"
“The death of the phone cards”

Un’arte senza dubbio eclettica quella di Tommaso, artista pugliese che adopera prevalentemente materiale da recupero e oggetti di uso quotidiano, disfunzionandoli, decontestualizzandoli, dando a questi una nuova vita puntando prevalentemente sull’estetica ricordando i tradizionali ready made e gli object trouvé.

 

Anche gli articoli da collezione appartengono a questo processo di valorizzazione; anzi questi vengono ri-valorizzati e la loro rarità viene esaltata con installazioni altamente concettuali ne è un esempio The death of phone cards, opera simbolo della fine del collezionismo delle schede telefoniche, riunite e formare una croce in plex.

Artista a tutto tondo e amante dell’arte nelle sue infinite sfaccettature, Vitale non è certamente indifferente al fascino della fotografia, strumento per indagare il mondo e il proprio vissuto. 2017-82174-427233_9514_11453_t

Il vasto repertorio fotografico ritrae sia spazi a lui familiari, nei quali è impressa l’emozione del ricordo legato a quel luogo, che spazi pubblici, dov’è individuabile un senso di appartenenza collettivo.

La creatività di questo singolare artista va di pari passo con un percorso di vita raccontato attraverso la rivisitazione di oggetti abusati o inutilizzati: sculture, dipinti e assemblaggi divengono veri e propri cimeli che rimandano ad episodi concreti della sua vita, come ad esempio Shock events in my life, dove pubblico e privato si ritrovano su una scacchiera composta di tanti floppy disk che si sovrappongono, sopra i quali l’artista incide date significative per sé e per la collettività. Come un traguardo (ne ricorda la bandiera), l’opera è meta ideale a cui lo spettatore deve giungere per fare mente locale di quello che è anche il proprio vissuto. Ogni floppy contiene foto e notizie dei diversi eventi riconducibili alla data segnata: dallo sbarco lunare alla morte di Freddie Mercury, dalla caduta del muro di Berlino all’assassinio di Falcone e Borsellino, dalla tragedia di Chernobyll a quella di Fukushima, dall’11 Settembre all’elezione di Obama, agli attentati di Parigi, …

“Shock events in my life” 

L’ESIGENZA DELL’ACCUMULO

Il Vuoto è la più grande paura che affligge l’artista contemporaneo, sempre alla ricerca di idee che si rincorrono con l’obiettivo di rivoluzionare un sistema ormai saturo di progetti e concetti che hanno esaurito il potere di stupire. Tommaso, invece, sente l’esigenza di riempire quel vuoto con continui accumuli di svariati oggetti del quotidiano, tutti identici e in genere usati.

“Collezione n°3”
“Gli Acufeni”

Soffrendo di ipoacusia bilaterale, il suo gesto (di ammassare oggetti) risulta quasi necessario, volto a soffocare quei ronzii che da sempre lo tormentano: giocando tra astratto e figurativo l’artista presenta al pubblico i suoi Acufeni, ossia rumori intensi e fastidiosi che avverte come tanti piccoli oggetti colorati e disordinati.

L’accumulo diviene esigenza stilistica, Vitale fa della sua personale situazione un’opera fruibile che riesce a comunicare con lo spettatore attraverso l’oggetto comune. Essendo l’universo dei suoi lavori pervaso di riferimenti al quotidiano collettivo, la sublimazione del dolore può essere alla portata di chiunque.

Con un’accurata poetica dello scarto e del riuso, l’artista permette di allargare il discorso artistico ad una visione più ampia che abbraccia la società contemporanea, rielaborando plasticamente fatti di cronaca come in Xylella degli ulivi, opera il cui nome è riconducibile al batterio che ha colpito le famose piante pugliesi.

DSC_0777.JPG
“Xylella degli ulivi”

Questa continua necessità interiore di comunicare attraverso oggetti comuni corrisponde a una sensibilità artistica che vuol prendere dal mondo per rielaborare e restituire al mondo stesso ciò che è intimo, personale e/o collettivo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: